LG G5, NOVITA’ SPAZIALI

lg g5 1.jpg

Eccoci qua a recensire un nuovo smartphone, questa volta del marchio Lg, Lg g5, cellulare rilsciato ad Aprile 2016, che nasce con l’intento di distaccarsi da tutti gli altri top di gamma, esteticamente per la scelta della doppia fotocamera, in rilievo che nonostante possa piacere o meno, devo dire gira benissimo: con la prima fotocamera di 16 MP c’è una resa dettagliata delle sfumature, con la seconda di 8 MP, la cui lente grandangolare si spinge a 135°, viene resa una fetta davvero ampia di immagine.

L’altra grande novità introdotta da lg è Il nuovo design modulare con batteria a slitta che ti permettere di poter cambiare la batteria quando desideri e soprattutto di espandere le funzioni con nuovi moduli, inseribili nell’aposito slot inferiore allo smartphone.g5 6.jpg

Quest’ultimo Monta un LCD IPS Quantum da 5.3 pollici con risoluzione 2k (1440 x 2560 pixel) e non sto qua nemmeno a dire che è uno dei migliori in commercio; inoltre di alta qualità e comodità è anche l’always on: schermo sempre acceso che consente di mostrare orario e notifiche senza toccare il display, incidendo davvero poco sul consumo energetico; l’unica pecca, diciamo, è che di giorno l’always on, per colpa di luce forte, si vede poco.

Per quanto riguarda il processore, G5 monta uno dei migliori chip mobile sul mercato: Snapdragon 820 a 1.8 GHz, un processore che davvero rende il dispositivo una scheggia, nessuna sbavatura, lag o ritardo nella trasmissione di contenuti, inoltre davvero importante è la RAM che è di 4GB; processore e RAM conferiscono inevitabilmente al telefono una fluidità e una velocità che appartiene solo ai dispositivi TOP TOP di gamma.  La GPU, un Adreno 530, anch’essa di alta ingegneria, è capace di gestire qualunque gioco e app, anche quelle particolarmente impegnative e corpose. La ROM è di 32 GB espandibile addirittura fino ad un massimo di 2 tera.

PictureThis_screenshot_20170327_222824.jpg

La batteria è da 2800 mAh, un passo indietro a gli altri smartphone in voga, ma comunque questo non incide perchè, tutto sommato, si può godere di buona autonomia, riuscendo a portare il cellulare a fine giornata; sicuramente la batteria, a differenza del processore e del display, non è la migliore in commercio, punto che però può essere superato grazie alla possibilità dell’acquisto della seconda batteria, dal costo di 49 euro, che può essere agilmente sostituita a quella scarica,una sorta di powerbank senza però l’inconveniente di dover collegare il telefono ad una batteria.

La contenuta confezione che riceverete all’acquisto contiene nella parte superiore il vostro nuovo smartphone; inoltre dentro avrete un comodo paio di cuffiette, un ago rimuovi slot della sim e il caricatore Quick charge 3.0, pensato appunto per caricare il dispositivo al 51% in soli 30 minuti.

 

Lg G5 è costituito da unaG5 2.jpg scocca completamente metalicca, molto resistente, l’unione del metallo e il vetro danno forma semplicemente iconica rendendo lo smartphone bello e raffinato; il profilo esile. Frontalmente presenta uno schermo da 5,3 pollici, una fotocamera da 8 MP, i sensori di luce e il microfono.

 

Lateralmente è davvero un telefono pulito, non presenta praticamente nulla se non i tasti del volume posizionati sulla sua destra.

Sulla parte superiore presenta l’entrata audio jack 3,5 mm e la gloriosa porta ad infrarossi che fanno del dispositivo un telecomando universale in grado di comunicare con tutto ciò che può essere controllato con un telecomando ad infrarossi; sulla parte inferiore invece presenta l’entrata usb di tipo type c reversibile, un microfono e lo speaker che, nonostante le dimensioni, riproduce abilmente i suoni che risultano forti e chiari.

 

Dietro troviamo il sensore biometrico G5 3.jpgmolto sensibile, incapace però di interagire in modo
attivo con lo smartphone come altri disposititvi quali p9 o honor 8, superiormente una superficie rialzata con incastonate ai due estremi le fotocamere 16 MP (f1.8)  e 8 MP (f2.4 grandangolo 135°) e il fash led.

Con G5 hai la possibilità di goderti sin dai primi giorni l’aggiornamento Android 7.0 Nougat perchè nonostante di fabbrica monti Android 6.0.1 Marshmallow, il nuovo aggiornamento è stato rilasciato e dunque pronto per deliziarvi.

PictureThis_screenshot_20170327_222550.jpg

Giunti alla fine di questa recensione avrete dunque capito i suoi punti di forza e non sono pochi: display, processore, GPU, batteria secondaria, fotocamere e quei pochi nei come per esempio la difficoltà a gestire la luminosità del always on o le fotocamere in rilievo (molto relativo).

Indipendentemente dalla vostra definitiva scelta se comprarlo o meno, nulla toglie a questo smartphone, UN BOLIDE! Sicuramente uno fra i top di gamma!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *